Rilevazione attività di supporto psicologico nelle scuole

In coerenza con la nota prot. 23072 del 30/09/2020 – lett. i) “Misure attivate per far fronte all’attuale contesto di emergenza sanitaria e garantire la prosecuzione dell’attività didattica in sicurezza – assistenza psicologica e medica” e paragrafo “Comunicazione preventiva – Risorse relative al programma annuale 2021 (periodo gennaio/agosto 2021) punto 4”, l’assegnazione di risorse aggiuntive per garantire l’assistenza psicologica e medica per il periodo gennaio/agosto 2021 avverrà solo a seguito di apposito monitoraggio, finalizzato a verificare l’effettiva attivazione dell’iniziativa in parola per il periodo settembre/dicembre 2020.

A tal fine è stata attivata una specifica rilevazione accompagnata da un breve questionario qualitativo sulla piattaforma di Monitoraggio e Rendicontazione all’interno del SIDI.

In particolare, per accedervi questi sono i passaggi:

  • Accesso al SIDI
  • Cliccare su Applicazioni SIDI
  • Cliccare su Gestione Finanziario Contabile
  • Cliccare su Monitoraggio e Rendicontazione
  • Cliccare sul tasto “Vinti”
  • Cliccare sul tasto “conferma” del box del bando di interesse
  • Cliccare, infine, sul tasto “Rendicontazione” presente nel box di riferimento

La rilevazione rimarrà aperta fino al 26/01/2021 alle ore 12:00.

È stato attivato un supporto tecnico specialistico raggiungibile all’interno della piattaforma cliccando sul tasto “Assistenza”.

Si precisa che nonostante sul file generato dalla piattaforma sia presente il box per la firma del revisore, PER LA RILEVAZIONE NON è RICHIESTO IL VISTO DEL REVISORE

FAQ – Supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche pubblicate sul portale SIDI del Ministero dell’Istruzione.

– Il protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione e il CNOP-Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi, consultabile QUI

– Nota DGRUF prot. 23072 del 30/09/2020 “Assegnazione integrativa al Programma Annuale 2020 – periodo settembre-dicembre 2020 e comunicazione preventiva del Programma Annuale 2021 – periodo gennaio-agosto 2021”, consultabile QUI

– Nota DPPR prot.1746 del 26/10/2020 “Trasmissione del Protocollo d’intesa con il Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi e indicazioni per l’attivazione del supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche”, consultabile QUI

Il Protocollo d’Intesa tra MI e CNOP intende promuovere nelle istituzioni scolastiche un servizio di supporto psicologico rivolto a studenti, docenti e famiglie che hanno subito traumi e disagi derivanti dall’emergenza COVID-19, oltreché prevenire l’insorgere di forme di disagio e/o di malessere psico-fisico.

La nota DGRUF prot. 23072 del 30/09/2020 assegna a ciascuna Istituzione scolastica statale una risorsa finanziaria pari a euro 1.600,00 per l’attivazione di un servizio di supporto psicologico, sulla base delle proprie specifiche esigenze e delle azioni già in essere realizzate nell’ambito della propria autonomia.
Nel caso in cui le Istituzioni scolastiche abbiano già attivato servizi di supporto psicologico con risorse proprie, e non ritengano necessario l’integrazione ed il potenziamento dei servizi medesimi, la risorsa finanziaria suddetta potrà essere utilizzata per altri servizi di assistenza medico-specialistica (ad esempio, il medico competente).
In questo caso è necessario compilare la rilevazione ed indicare nella prima domanda che i fondi sono destinati a servizi di assistenza medico-specialistica

Le scuole che non utilizzano le somme erogate per il supporto psicologico/l’assistenza medica non dovranno compilare l’intera rilevazione sul SIDI, ma dovranno solo procedere a comunicare il mancato utilizzo delle suddette somme per il supporto psicologico/l’assistenza medica tramite la funzione “RIFIUTA” presente nel box della rilevazione in Homepage.

L’attivazione del servizio di supporto psicologico nel periodo ottobre — dicembre 2020, per un impegno non inferiore al 50% della risorsa finanziaria assegnata, è condizione necessaria per la conseguente assegnazione, nell’esercizio finanziario successivo, di una risorsa finanziaria di euro 3.200,00 finalizzata a garantire la prosecuzione del medesimo servizio di supporto psicologico per il periodo gennaio — giugno 2021.
Si precisa che le attività relative al supporto psicologico oggetto dell’impegno finanziario per il periodo ottobre– dicembre 2020 potranno essere realizzate anche oltre il 31/12/2020.
Con un apposito monitoraggio, che sarà avviato nel mese di dicembre, ciascuna istituzione scolastica dovrà confermare e documentare l’attivazione del supporto psicologico.

Si precisa che dato il protrarsi dell’emergenza della pandemia Covid-19 è possibile attivare la procedura per il supporto psicologico entro dicembre 2020 e il successivo impegno non oltre il 31 gennaio 2021.

Ai fini della rendicontazione è necessario, entro la data di termine della rilevazione (8 gennaio 2021) inserire il finanziamento della somma prevista per il supporto psicologico nella colonna “impegnato” della tabella al dettaglio del rendiconto.

In conclusione, si sottolinea che all’atto dell’invio della rendicontazione di cui sopra, il Dirigente Scolastico, in qualità di responsabile legale dell’istituzione scolastica, conferma la correttezza e la veridicità dei dati inseriti, l’assunzione degli impegni di spesa entro il 31 gennaio, l’avvio delle procedure per l’attivazione del servizio di supporto psicologico, attestata da apposita documentazione conservata agli atti della scuola, entro la medesima data.

L’individuazione del professionista psicologo avverrà tramite apposito Bando pubblicato sul sito web dell’istituzione scolastica secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia.

Ciascuna istituzione scolastica deve effettuare una valutazione di opportunità, caso per caso, affinché non si verifichino conflitti di interesse e/o relazionali con colleghi, studenti e famiglie, tenuto conto altresì dell’autonomia professionale richiesta ai docenti nell’espletamento delle loro attività (art. 26, CCNL 2006-2009 – Comparto scuola).
È da considerare inoltre che il “Codice Deontologico degli psicologi italiani, adottato ai sensi dell’art. 28, comma 6, lettera c) della Legge n. 56/89” (reperibile al seguente LINK), prevede espressamente che “Lo psicologo accetta unicamente condizioni di lavoro che non compromettano la sua autonomia professionale […]” (art. 6).

L’importo di euro 40 (quaranta) lordi/ora è stato determinato in accordo con il Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi, quale compenso orario della prestazione professionale, anche al fine del calcolo della risorsa finanziaria da assegnare, pari ad euro 1.600,00.

Sì, la nota DGRUF prot. 23072 del 30/09/2020, prevede che qualora le Istituzioni scolastiche abbiano già attivato servizi di supporto psicologico con risorse proprie, detti fondi potranno essere utilizzati per l’integrazione ed il potenziamento dei servizi medesimi, fatto salvo, in ogni caso, il rispetto dei criteri di selezione previsti nel Protocollo d’Intesa.

Sì, possono partecipare le associazioni o enti che presentano la candidatura di uno o più professionisti psicologi che possiedono i requisiti previsti dal Protocollo d’intesa.

La selezione degli psicologi dovrà avvenire sulla base dei criteri e delle condizioni indicate all’art. 2.2 del Protocollo d’intesa:
a) tre anni di anzianità di iscrizione all’albo degli psicologi o un anno di lavoro in ambito scolastico, documentato e retribuito, oppure formazione specifica acquisita presso istituzioni formative pubbliche o private accreditate, di durata non inferiore ad un anno o 500 ore;
b) impossibilità, per tutta la durata dell’incarico, da parte degli psicologi selezionati, di stabilire rapporti professionali di natura diversa rispetto a quelli oggetto del presente Protocollo con il personale scolastico e con gli studenti, e loro familiari, delle istituzioni scolastiche nelle quali prestano il supporto psicologico;
c) ulteriori specifiche caratteristiche individuate dall’istituzione scolastica.